Come possiamo aiutarti?

Cooperiamo per rispondere al meglio alle emergenze nell’emergenza Coronavirus

  • Negozi e sicurezza
  • Cod@casa
  • Fondo emergenza Coronavirus
  • Sostegno alle famiglie in difficoltà
  • Consegna della spesa a casa

Devo ritirare i libri di testo e anche fare la spesa. Devo fare due prenotazioni distinte?

No, è sufficiente che effettui una unica prenotazione. Prenotati per fare la spesa e batra la casella per il ritiro dei libri di testo: vai a negozio all'orario stabilito e recati subito al punto di ritiro dei libri, poi continua comodamente con il tuo percorso di spesa.


Che norme vengono adottate per i resi della merce?

La merce resa prima di essere rimessa in vendita viene tenuta in magazzino 24 ore. Inoltre, abbigliamento e scarpe non possono più essere provati, e i camerini sono stati chiusi.


Sono obbligatori guanti e mascherine nei negozi Coop?

L’utilizzo dei guanti è obbligatorio durante la manipolazione dell’ortofrutta sfuso e per l'acquisto di abbigliamento e calzature: i clienti devono indossare i guanti usa e getta disponibili nel reparto anche qualora indossino già i loro, infilandoli sopra. L’uso dei guanti non si sostituisce comunque ad una corretta igiene delle mani con acqua e sapone o con gel disinfettante. L’uso della mascherina è obbligatorio per tutti i dipendenti ed i clienti. Ai dipendenti è data in uso una mascherina chirurgica a 3 veli o equivalente. Solo alcune categorie hanno la mascherina FFP2 (senza filtro) o la visiera quale DPI: le squadre emergenza, gli ottici e le estetiste di Momenti per te (e solo durante lo svolgimento di determinate attività che necessitano un contatto ravvicinato col cliente). Per i clienti vale quanto indicato dalla normativa vigente, ossia l'obbligo di indossare sempre una mascherina che aderisca perfettamente a bocca, naso e mento, con la raccomandazione di non disperderle nell’ambiente dopo l’uso. Non è ammesso nessun altro tipo di mascherina.


Cos'è Cod@casa?

Cod@acasa è un servizio innovativo e particolarmente utile nel periodo che stiamo vivendo, perché ti consente di andare a fare la spesa senza dover fare lunghe code. Prenota il tuo appuntamento, ricevi un codice via e-mail, vai a negozio e usa l'accesso dedicato: con un clic, riduci l'attesa per la tua spesa! Scopri di più


Come funziona la prenotazione con Cod@casa?

Aperto a tutti, ti permette di scegliere un orario per andare a fare la spesa tra le 9.30 e le 18.30 e ottenere un codice di prenotazione da mostrare all’ingresso per accedere al negozio nell’orario individuato. Vai su all.coop/codacasa, e scegli tra le due opzioni: “Prenota il primo spazio disponibile”, oppure “Seleziona la fascia oraria”, inserisci la tua e-mail, nome e cognome, scegli una password, seleziona il punto vendita in cui vuoi andare e l’orario preferito tra quelli disponibili. Il sito genererà un numero di prenotazione subito visibile, e ti invierà anche una e-mail con il riepilogo dell’appuntamento e il codice di prenotazione. Se preferisci fare la prenotazione telefonicamente invece, chiama il numero verde della Cooperativa 800 000 003 dal lunedì al sabato, dall ore 9 alle ore 18.

 

 


Come posso cancellare la mia prenotazione di Cod@asa?

Dalla e-mail di conferma prenotazione che hai ricevuto quando hai preso l'appuntamento per fare la spesa, puoi cancellarti con un clic sul link indicato, in modo da lasciare il posto libero a altri che ne avessero bisogno. Se hai prenotato telefonicamente, contatta il Numero verde 800 00 00 03 dal lunedì al sabato dalle ore 9 alle 18 per disdire.

 

 


Cosa succede quando arrivo a negozio dopo avere prenotato con Cod@casa?

Una volta arrivato in negozio nella fascia oraria prestabilita, vai all’ingresso seguendo la coda per chi ha prenotato, contrassegnata dalle indicazioni, e comunica all’addetto all’ingresso il tuo nome e cognome e numero di prenotazione, oppure presenta l’e-mail stampata, o mostragliela dal tuo cellulare, per accedere.

 

 


Quanti appuntamenti mettete a disposizione per ogni fascia oraria?

Per ogni fascia oraria metteremo a disposizione solo il numero di appuntamenti idoneo a garantire il pieno rispetto delle distanze di sicurezza. Tale numero inoltre è minoritario rispetto all’affluenza complessiva del negozio, così da non vincolare in assoluto il cliente alla prenotazione.


Quali sono i consigli per far la spesa in sicurezza?

Cooperiamo per sconfiggere il Coronavirus: 20 regole per una spesa che tuteli la salute di tutti. Cosa fare prima di partire da casa, all'interno del punto di vendita e dopo avere fatto la spesa: da una lista precisa al rispetto delle distanze dentro il negozio, dal tipo di pagamento da prediligere al cosa fare se hai fatto spesa per un conoscente. Scoprile tutte!


Se non ho prenotato con Cod@asa, posso fare regolarmente la coda per far la spesa?

Ovviamente è possibile fare la spesa anche senza aver prenotato: se sei già davanti ad un negozio Coop puoi scegliere di prenotare il primo ingresso disponibile all’addetto all’ingresso e tornare nell’orario concordato, senza registrarti online, oppure metterti semplicemente in coda nella fila senza prenotazione e attendere il tuo turno.

 


Cos'è Dona la spesa?

Basta un gesto semplice come fare la spesa per aiutare persone e famiglie in difficoltà: da anni Coop Alleanza 3.0 è al loro fianco con iniziative di raccolta solidale di beni di prima necessità, insieme alle associazioni di volontariato e le istituzioni del territorio, e lo è anche e soprattutto ora. Da marzo fino a fine agosto soci e clienti hanno potuto donare il valore "di un piatto di pasta" o "di un pasto completo", equivalente a 1 o 5 euro direttamente alla cassa della propria Coop di fiducia, contribuendo a garantire una spesa per le famiglie vicino a noi. Scopri di più!


Posso donare i miei punti per aiutare per l'emergenza Coronavirus chi è meno fortunato?

La donazione è terminata il 31 agosto: i soci hanno contribuito con la Raccolta punti, donando 100 o 500 punti (e multipli) a Dona la spesa, per aiutare persone e famiglie in difficoltà, donando loro "una spesa sospesa". Leggi di più


Avete aderito alla richiesta del Governo per le misure di soccorso alimentare alle famiglie?

Si, siamo stati tra i primi a rispondere all'appello del Presidente del Consiglio Conte offrendo anche un ulteriore sconto del 10% sui buoni spesa messi a disposizione dal Governo. Scopri di più

 


Come fare ad usufruire dei buoni del Governo messi a disposizione per l'emergenza Coronavirus?

Purtroppo è impossibile definire misure applicative in maniera omogenea su tutte le zone per l'erogazione dei buoni, e stiamo cercando di rispondere alle richieste e proposte specifiche di ogni Comune per coprire il più possibile il territorio in cui siamo presenti. Consigliamo di rivolgersi al proprio Comune per tutti i dettagli sull’erogazione dei buoni

 


Cos'è il fondo emergenza Coronavirus?

Nell'emergenza Coronavirus, che ci ha messo di fronte a difficoltà senza precedenti per la nostra vita privata, sociale, lavorativa, economica, la nostra responsabilità di Cooperativa è stata quella di essere sempre al fianco dei nostri soci e consumatori, oltre che delle Istituzioni. In questo momento difficile, hanno deciso di devolvere interamente l'1% delle vendite di prodotti a marchio Coop ad un fondo emergenza Coronavirus che ha sostenuto tutte le azioni in ambito sanitario, economico e sociale attuate per rispondere alla situazione di crisi e per favorire la ripartenza dell'economia del Paese, per un totale di oltre 3 milioni di euro raccolti. Scopri di più!


Posso contribuire anche io al fondo emergenza Coronavirus?

Le donazioni sono terminate il 30 giugno: tanti soci hanno deciso - tramite l'iniziativa 1 per tutti 4 per te - di contribuire con generosità devolvendo a favore del fondo emergenza Coronavirus i propri sconti di 4€, invece di scontarli dalle proprie spese. Grazie al loro contributo, abbiamo raccolto circa 77.000 euro, che si sommano agli oltre 3 milioni di euro derivanti dall'1% delle spese fatte da marzo a giugno sui prodotti a marchio Coop: scopri come abbiamo affrontato insieme questo difficile momento e tutte le azioni messe in campo a favore di soci e comunità.


Sono già state realizzate iniziative di sostegno alla comunità grazie al fondo emergenza Coronavirus?

Certo! Ecco alcuni esempi di azioni messe in campo e sostenute dal raccolto dell'1% di spese in prodotti Coop:"L'unione fa la spesa", la consegna gratuita della spesa alle fasce più fragili della popolazione a fianco di Comuni e associazioni di volontariato, la donazione di 130.000€ a sostegno delle attività di Medici Senza Frontiere in prima linea in prima linea in Lombardia, nelle Marche e in Sicilia per spezzare la catena del contagio, l'ulteriore sconto del 10% sui buoni spesa messi a disposizione dal Governo come misure di "soccorso alimentare" alle famiglie e agli individui in difficoltà economica causa l'emergenza Coronavirus, e tante altre: scoprile tutte in questa pagina


Sono stati pensati servizi di spesa a domicilio per le persone fragili e gli anziani?

"L’unione fa la spesa” è il progetto con cui la Cooperativa coinvolge i le istituzioni del territorio e le associazioni di volontariato, per garantire a tutti i cittadini la possibilità di fare la spesa, provvedendo alla consegna a domicilio. È pensato per le fasce più fragili della popolazione, come gli anziani e le persone con problemi di salute, per le quali è raccomandato di non uscire di casa e si trovano quindi impossibilitate a fare cose fondamentali per la vita quotidiana, come la spesa. Grazie al contributo economico riconosciuto da Coop alle associazioni, questo servizio è completamente gratuito per chi ne fa richiestaconsulta le info qui e trova anche tutte le risposte alle domande sul servizio.


Chi può richiedere la consegna gratuita a domicilio?

La consegna può essere richiesta da persone anziane o con problemi di salute, per le quali è raccomandato di non uscire di casa, neanche per fare la spesa. Per avere informazioni più dettagliate bisogna contattare le associazioni coinvolte, consultando il pdf inserito in questa pagina. Tutte le richieste sono valutate dalle stesse associazioni, in base ai requisiti definiti con il rispettivo Comune e dalla propria organizzazione.


Dove trovo le informazioni per attivare la consegna a domicilio?

Le informazioni sono presenti in questa pagina, dove trovi un pdf sempre aggiornato con l’elenco dei Comuni nei quali è stata attivata la consegna, i contatti delle associazioni e/o dei Comuni per richiedere di essere inserito tra i destinatari.


Quanto costa la consegna a domicilio?

La consegna è gratuita grazie al contributo garantito da Coop all’Ente/associazione di riferimento, il richiedente pagherà solo il valore della spesa.


Quante volte alla settimana posso ordinare la consegna della spesa?

Il tempo messo a disposizione dai volontari è una risorsa molto preziosa e vogliamo che ne possa fruire il maggior numero di persone; inoltre, ogni occasione di contatto tra le persone è un potenziale rischio di contagio. Pertanto è opportuno limitare il più possibile le richieste di consegna della spesa, concentrando in una sola spesa le necessità per più giorni, possibilmente per tutta la settimana.


Devo fare una lista dei prodotti esatti che desidero o vengono acquistati dei prodotti generici?

I volontari si impegnano a rispettare massimamente le indicazioni di chi richiede la spesa. Certamente è utile dare tutte le informazioni affinché i prodotti siano correttamente e facilmente identificati, tuttavia è anche necessario lasciare ai volontari un po’ di autonomia di scelta per rendere più semplice e veloce l’attività. Inoltre, nel caso un prodotto sia esaurito, è possibile che i volontari valutino di acquistare un prodotto equivalente (es. altra marca di pari qualità) per garantire alle persone di avere i prodotti a casa. Si richiede quindi la massima collaborazione e comprensione da parte di chi richiede la spesa.


Chi effettuerà la consegna? Sono persone fidate?

L’attività si fonda sul contributo dei volontari di alcune associazioni che agiscono a livello locale, indicate dai Comuni in ragione del loro impegno e della loro affidabilità. Si tratta di persone che mettono a disposizione parte del proprio tempo per aiutare le persone in difficoltà; tutti i volontari sono formati per gestire in sicurezza la consegna delle spese. Ciascuna associazione può fornire maggiori informazioni sui propri volontari e sulle modalità di consegna.


Sono socio, perché non posso ricevere la consegna a domicilio?

L’unione fa la spesa è un’iniziativa che risponde alle necessità delle persone in condizioni di fragilità, alle quali è raccomandato di non uscire di casa neanche per fare la spesa, perché anziane o con patologie, a prescindere dal fatto che siano soci o no. Tutti i soci che non hanno questi problemi possono recarsi autonomamente a fare la spesa.


Perché avete la convenzione con l'associazione X e non con quell'altra associazione Y del territorio?

Le associazioni sono state indicate dai Comuni. Un’associazione che intenda proporsi per svolgere le consegne può rivolgersi al proprio Comune e verificare se c’è la possibilità di essere inclusa nel progetto.


Dite che è una vostra iniziativa di solidarietà ma in fondo ci guadagnate soltanto dato che vendete di più

L’iniziativa nasce dalla collaborazione con le istituzioni, grazie alle relazioni che la Cooperativa ha da sempre per la realizzazione delle attività sociali. In molti casi sono state proprio le istituzioni a rivolgersi a Coop chiedendo di attivare questo servizio, per aiutarli a gestire l’emergenza in corso e soprattutto per mettere in sicurezza i cittadini più fragili. In particolare per “L’unione fa la spesa”, la Cooperativa mette a disposizione i propri negozi e sostiene con un contributo economico per ogni spesa fatta le associazioni di volontariato.


I negozi di Coop Alleanza 3.0 sono aperti?

Tutti gli oltre 400 punti vendita della Cooperativa sono regolarmente aperti, così come le parafarmacie Coop Salute, gli sportelli del Prestito sociale, i negozi per gli animali Amici di casa Coop, i corner Ottica, e i nostri corner con affaccio nelle gallerie commerciali come Gioielleria, i negozi Momenti per Te, le Librerie Coop e le agenzie Robintur e Viaggi Coop. Punti ristoro, Bar, e Buona Pausa hanno anche essi riaperto, adeguandosi alle nuove normative di sicurezza, anche con il servizio di prenotazione telefonica o via e-mail e asporto.


Ci sono variazioni negli orari di apertura dei negozi per l'emergenza Coronavirus?

Terminato il periodo del lockdown, gli orari dei nostri negozi stanno tornando ai consueti orari in vigore nel periodo precedente all'emergenza, con eventuali variazioni dettate dalle Ordinanze Regionali o Comunali. Prima di far spesa controlla sempre l'orario del tuo negozio di fiducia qua sul sito!


Esistono possibilità di consegna a casa della spesa anche se non sono anziano o persona fragile?

Certo: è attivo su molte zone del territorio di Coop Alleanza 3.0 EasyCoop, il servizio di spesa a domicilio. Vai sul sito, verifica se la tua zona è raggiunta dal servizio e fai la tua spesa. Il servizio in questi mesi è stato potenziato: l’emergenza ha moltiplicato gli sforzi e EasyCoop ha notevolmente incrementato le consegne giornaliere. Per qualsiasi chiarimento, il numero verde è 800 99 00 61, attivo dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 22.30 e il sabato dalle 8.30 alle 20.30, ed è possibile consultare alcune domande frequenti nella pagina dedicata.


Quali sono le indicazioni sulla distanza da tenere mentre facciamo la spesa?

Chiediamo a soci e clienti di mantenere la distanza interpersonale di un metro, come disposto dalla normativa, e di rispettare quanto indicato nei cartelli informativi, prestando particolare attenzione ai banchi assistiti, alle casse e ai reparti maggiormente frequentati. Sono state anche collocate per terra strisce adesive con l'obiettivo di aiutare le persone a mantenere le distanze. Ricordiamo anche che il personale del punto vendita e gli addetti alla sicurezza sono autorizzati a disporre l’ingresso contingentato nelle ore di maggior afflusso o laddove, comunque, necessario. Inoltre sono presenti plexiglass protettivi per le casse, box informazioni e banco della parafarmacia, e più in generale dove non sia possibile garantire il rispetto della distanza di sicurezza di un metro tra lavoratore e cliente.


Ci sono gel igienizzanti a disposizione di soci e clienti nei negozi?

Carrelli, cestini e casse vengono quotidianamente sanificati, i dispositivi Salvatempo dopo ogni utilizzo. A tutela dei nostri dipendenti abbiamo distribuito gel disinfettante presso le postazioni di cassa, i punti d’ascolto, multimedia e in tutti i punti di contatto diversi dei reparti freschi dove sono da sempre già presenti prodotti detergenti per la sanificazione delle mani. Anche soci e clienti hanno a disposizione confezioni di gel disinfettante all'ingresso presso il punto d'ascolto, l'ufficio del Prestito sociale o la barriera casse, a seconda dei negozi.


Filo Diretto

Hai bisogno di assistenza per fare una segnalazione, un reclamo, o per ricevere informazioni? 

 

QUESTO SITO UTILIZZA COOKIE

Alcuni cookie sono tecnici perchè necessari al corretto funzionamento del sito, altri cookie sono di profilazione per assicurare un’esperienza di visita coerente con i tuoi gusti, e altri sono di Terze Parti. Maggiori informazioni anche riguardo il loro monitoraggio e  disabilitazione sono disponibili nella Cookie Policy

 

Clicca su Accetta o naviga il sito per dare il tuo consenso all’uso dei cookie