• Home
  • Elenco News
  • Come organizzare una festa di compleanno memorabile con l’aiuto dei prodotti a marchio Coop
Prodotto Consumo Consigli 19 novembre 2018

Come organizzare una festa di compleanno memorabile con l’aiuto dei prodotti a marchio Coop

Una festa di compleanno divertente e al giusto prezzo

Il giorno del compleanno, soprattutto per i bambini, è un giorno speciale. Una bella festa è l’occasione giusta per invitare a casa un po’ di amici, giocare, socializzare e divertirsi, e sicuramente resterà impressa nella memoria tra i bei ricordi d’infanzia.

Sempre più spesso si organizzano costosi ricevimenti con tanto di animatore in sala, ma non sarà un po’ esagerato? Si può organizzare una festa di compleanno divertentissima anche a casa o, se è bella stagione, in giardino o in un parco.

I bambini sanno benissimo come divertirsi anche senza l’aiuto degli adulti, quindi lasciamoli fare. Per il resto, si può preparare tutto in casa in poco tempo. Con l’aiuto dei prodotti a marchio Coop sarà una festa coi fiocchi e al giusto prezzo.

Bibite per tutti i gusti

Nelle occasioni speciali ci si può concedere qualche bibita extra. Le più indicate, soprattutto per chi è nel pieno della crescita, sono bevande naturali, fatte al 100% di frutta, come i succhi Crescendo alla mela o le spremute Fior fiore. I bambini dovrebbero evitare le bibite gasate, ma per il compleanno si può fare un’eccezione: purché non si esageri, si può bere anche un bicchiere di aranciata o di cola senza caffeina.

I grandi, invece, magari vorranno brindare con una bella birra fresca o un calice di bollicine: nella linea Fior fiore ci sono anche birre Igp e vini Doc come la birra di frumento non filtrata e il prosecco superiore Bellussi Valdobbiadene.

Ci vuole qualcosa da sgranocchiare

Non esiste una festa di compleanno senza le patatine. Possono essere normali, grigliate o anche al formaggio. E perché non servire anche un bel cesto di pop-corn? Come le bevande gasate, però, anche questi prodotti vanno consumati con moderazione, soprattutto in tenera età. Eliminarli rovinerebbe un po’ la festa, ma possono essere serviti insieme a qualcosa di più leggero da sgranocchiare. Dei taralli, per esempio! E comunque sarà sufficiente mettere in tavola un piattino o due di patatine, perché la parte più buona della festa deve ancora arrivare.

L’anima della festa è farcita

La vera festa inizia quando la tavola si riempie di vassoi traboccanti di tartine, tramezzini e panini. Basta davvero pochissimo per farne una grande varietà e stampare un bel sorriso sulle facce di tutti gli invitati.

Con delle fette di pancarrè, magari tagliate in diagonale, o a quadratini, si può riempire un vassoio di tartine tutte colorate, grazie ai patè di pomodori secchi, carciofi e olive nere. E per chi non si accontenta delle tartine, ecco i pezzi forti: tramezzini e panini. Basta scegliere il pane giusto e poi farcirli a piacere. Il tramezzino classico è con tonno e maionese, ma ci si può sbizzarrire. È sempre meglio non perder tempo a fare farciture troppo elaborate, perché ai bambini potrebbero non piacere. Tra i tramezzini già pronti ci sono alcune idee da prendere come spunto: sono semplici e piacciono a tutti. E lo stesso discorso vale per i panini. Non serve inventarsi imbottiture gourmet: per rendere speciale un panino con cotto e mozzarella basta metterci sopra una bandierina colorata.

Per una festa di compleanno con tanti invitati, però, forse servirà qualcosa in più. Se il tempo a disposizione è poco, si può risolvere tutto velocemente con qualche bella torta salata: sono buone e fanno scena. Si fanno in una mezz’oretta: basta stendere su una teglia un rotolo di pasta sfoglia, metterci un ripieno a piacere e infilare in forno. Ricotta e spinaci è un successo assicurato.

Chi ci tiene alla sua reputazione da chef, invece, può stupire grandi e bambini con dei muffin salati. L’impasto è semplicissimo (farina 00, uovaolio, lievito e latte), e anche qui per il ripieno l’unica regola è che le cose semplici sono le migliori: prosciutto cotto a cubetti e piselli non deluderanno nessuno.

Non tutti nascono cuochi provetti, c’è anche chi in cucina è famoso solo per i suoi disastri. Be’, non sarà certo questo a rovinare la festa. Le pizze fior fiore con mozzarella di bufala, rustica e con speck e funghi sono già pronte, basta scaldarle in forno e in pochi minuti la tavola sarà imbandita a festa.

La torta

Ed eccoci alla regina della festa: la torta di compleanno. Negli ultimi anni ha fatto il suo ingresso anche nelle feste di compleanno dei bambini il cake design, e si è aperta la sfida tra genitori a chi fa (o più spesso fa fare da un pasticcere) la torta più scenografica. Il vero successo di una torta di compleanno, tuttavia, non si misura in like e cuoricini sui social network, ma in richieste di bis. E su questo non c’è pasticceria che tenga, le torte più buone sono quelle fatte in casa.

Un bel pan di spagna alto e soffice non è un’impresa irrealizzabile: basta qualche uovo montato con lo zucchero a velo e della farina di grano tenero. La parte difficile è resistere alla tentazione di aprire il forno nella prima mezz’ora di cottura. Una volta pronto, il pan di spagna lo si può farcire con della crema pasticcera, o al cacao. Una torta di compleanno che si rispetti va completamente ricoperta di panna montata e guarnita con del cioccolato fondente: è d’obbligo usare una sac à poche per fare piccoli ghirigori e, naturalmente, per scrivere qualcosa di carino al centro della torta. Le foto ricordo al momento delle candeline varranno più di qualsiasi torta versicolore che il più fine pasticcere della città possa mai realizzare.

E alla fine chi lava i piatti?

Veniamo alla nota dolente: a festa finita bisogna rimettere tutto in ordine, ma chi ce l’ha il tempo e la forza di lavare piatti e posate di un esercito di bambini, dopo aver passato ore a badare al suddetto esercito? L’ideale sarebbe usare piatti, bicchieri e posate che già si hanno in casa, e poi armarsi di pazienza e lavarli (a proposito, lo sai che mettendo tutto in lavastoviglie si risparmia tempo, si spreca meno energia e si fa un favore all’ambiente?), ma non tutti hanno in casa stoviglie a sufficienza per tanti ospiti, perciò a volte forchette cucchiaini usa e getta possono tornare utili. E la tavolata può essere apparecchiata rispettando l’ambiente con i piatti e i bicchieri biodegradabili e compostabili vivi verde Coop e i tovaglioli fatti con carta riciclata.

Infine, per divertirsi non solo durante la festa, ma anche prima e dopo, perché non coinvolgere i bambini nei preparativi e nelle pulizie? Pasticciare con la farina, rubare una ditata di cioccolato fondente e infilare gli stuzzicadenti nei tramezzini sono un modo per divertirsi e trascorrere del tempo insieme. E quando tutti gli invitati sono tornati a casa, una mano in più a rimettere in ordine di certo non fa male. Dare qualche compito anche semplice ai bambini serve a responsabilizzarli e, dulcis in fundo, fare le pulizie aiuta a smaltire gli zuccheri di troppo prima di andare a letto.

 

Vuoi scoprire altri articoli come questo?

Leggi tutte le notizie
 

QUESTO SITO UTILIZZA COOKIE

Alcuni cookie sono tecnici perchè necessari al corretto funzionamento del sito, altri cookie sono di profilazione per assicurare un’esperienza di visita coerente con i tuoi gusti, e altri sono di Terze Parti. Maggiori informazioni anche riguardo il loro monitoraggio e  disabilitazione sono disponibili nella Cookie Policy

 

Clicca su Accetta o scorri verso il basso la pagina per dare il tuo consenso all’uso dei cookie