Ambiente

Coop e Lifegate: le nostre acque

Insieme per ripulire dalla plastica i nostri mari, laghi, fiumi
Il progetto è stato sostenuto dagli acquisti delle linee:

Il progetto

Neanche Jules Verne sarebbe stato capace di immaginare un 2050 con un mare più popolato da plastiche che da pesci. E invece, secondo gli studi, tra 30 anni alici, tonni e sardine saranno costretti a nuotare facendosi largo tra bottiglie, vasetti di yogurt o sacchetti della spazzatura. Già nel 2025 il rapporto tra le tonnellate di plastica presenti negli oceani e quelle di pesce, che attualmente è uno a cinque, diventerà uno a tre. Invertire questa tendenza è possibile: bisogna trovare alternative agli imballaggi dei prodotti attualmente venduti e individuare nuove soluzioni al petrolio come materia prima

L’impegno di Coop per l’ambiente parte dai prodotti ed è arrivato a “Le nostre acque”, il nome della campagna grazie alla quale verranno installati 25 seabin in tutta Italia, per ripulire mari, laghi e fiumi dalla plastica e per promuovere il consumo consapevole. Un seabin è un vero e proprio cestino che, galleggiando a filo d'acqua, “cattura” i rifiuti che incontra, mentre una piccola pompa espelle l'acqua filtrata. Una soluzione capace di recuperare in media oltre 500 chili di rifiuti plastici all’anno, comprese le microplastiche e le microfibre.

Il primo seabin installato lo scorso anno da Coop nel porto di Genova, presso la Marina di Sestri Ponente, ha raccolto oltre 1700 chili di rifiuti in un solo anno.

Proprio grazie a risultati così incoraggianti e in coerenza con il suo impegno per ridurre il consumo della plastica, Coop ha deciso di installare altri 25 seabin entro l’estate del 2021.

Il primo è stato installato il 16 luglio 2020 nell’Arno alla Società Canottieri sotto il Ponte Vecchio, nel cuore della città di Firenze. Dopo poco più di una settimana, il 24 luglio, un nuovo cestino è arrivato nelle acque del mare Adriatico a Marina di Pescara, al Porto turistico, ed è anche il primo dispositivo installato sul territorio di Coop Alleanza 3.0. Il 28 luglio a Marina di Genova a Sestri Ponente si è inaugurato un nuovo dispositivo. Durante il mese di agosto il progetto seabin è diventato realtà anche sul Lago Maggiore alla cooperativa Pescatori e Acquicultori del Golfo di Solcio, in una posizione strategica, dal momento che il lago per la sua naturale conformazione chiusa, rischia di essere fortemente minacciato dalla presenza di rifiuti plastici. Il 28 agosto sono stati inaugurati due seabin, uno a Livorno al Circolo Pesca Nazario Sauro e al Club Velico di Castiglione della Pescaia e un secondo al Club Velico alla Darsena comunale di Castiglione della Pescaia, una delle prime città Plastic free della campagna promossa del Ministero dell’ambiente.

Il progetto è sostenuto da Coop Italia e, tra le cooperative che hanno aderito, Coop Alleanza 3.0 in particolare ha sostenuto non solo l’installazione di un seabin nelle acque di Pescara ma anche a Brindisi e a Trieste; e poi ancora nelle acque di Ravenna e di tante altre: rimani aggiornato sulle date future.

Con 1 per tutti, il progetto nel 2020 ha ricevuto quasi 20.000€.

Vuoi sapere di più sull'iniziativa
1 per tutti 4 per te?
Grazie alle spese dei prodotti a marchio Coop abbiamo raccolto quasi 7 milioni di euro a favore di progetti sociali, culturali e ambientali del territorio e restituito ai nostri soci quasi 7 milioni di euro in sconti sulla spesa.
QUESTO SITO UTILIZZA COOKIE

Alcuni cookie sono tecnici perchè necessari al corretto funzionamento del sito, altri cookie sono di profilazione per assicurare un’esperienza di visita coerente con i tuoi gusti, e altri sono di Terze Parti. Maggiori informazioni anche riguardo il loro monitoraggio e  disabilitazione sono disponibili nella Cookie Policy

 

Clicca su Accetta o naviga il sito per dare il tuo consenso all’uso dei cookie

Inserisci ora il codice OTP che trovi nel messaggio SMS che ti è stato inviato.
Non hai ricevuto l'SMS?
Richiedi nuovo invio
Richiesta effettuata con successo
Non hai ricevuto l'SMS? Chiedi un altro codice

Non ricevi più SMS sul quel numero?

Recati in negozio e comunica a sportello il nuovo numero per poter riabilitare la funzionalità OTP. Questo passaggio è necessario per garantire la sicurezza delle future operazioni che svolgerai.

Operazione completata con successo