La scuola ci salverà: il contributo per SapereCoop

Tratto da “La scuola ci salverà” di Dacia Mariani

SapereCoop Scuola 01 ottobre 2021

SapereCoop è un progetto culturale che Coop mette a disposizione, gratuitamente, degli insegnanti delle scuole di ogni ordine e grado, offrendo percorsi dedicati alle classi, dall’infanzia alla secondaria. Ma non solo. SapereCoop è anche un “kit di esperienze” che comprende percorsi e strumenti di apprendimento, rivolti ai bambini e ai ragazzi, studiati per sviluppare il pensiero critico e stimolare il consumo consapevole e la cittadinanza attiva.

I percorsi gratuiti sui temi dell’educazione al consumo consapevole, coerenti con le Linee guida di educazione civica, permettono di approfondire le relazioni tra cittadinanza, sviluppo sostenibile, consumo consapevole e cooperazione.

Dalla sostenibilità a un uso consapevole delle nuove tecnologie e della rete, dalla comprensione dei linguaggi attraverso la lettura dei silent book al nuovo percorso Alimenta la biodiversità: l’offerta educativa Coop è attuale perché pensata per accompagnare i bambini e i ragazzi alla comprensione dei cambiamenti culturali della contemporaneità.

 

Scopri SapereCoop

 

Diverse personalità del mondo culturale, educativo e accademico ci hanno lasciato testimonianze e riflessioni sul progetto. Cominciamo leggendo le parole della scrittrice Dacia Maraini, tratte da “La scuola ci salverà”, Solferino 2021, che ci parla di come a suo parere sia possibile salvare la scuola in questo momento di grande crisi.

"La scuola va aperta, va chiusa? C’è chi la crede malata e guaribile, chi la crede moribonda e chi addirittura la dichiara morta. Ma si può salvare la scuola in un momento di crisi e di stordimento generale? Rileggendo i miei articoli degli anni passati, scritti in tempi di prepandemia, mi stupisco di quanto siano attuali. Riscontro come allora, nei confronti del sistema scolastico, una triste inerzia, un silenzio condiviso, uno sconcerto e una mancanza di fiducia nel futuro che ogni volta mi sorprendono e mi avviliscono.

Niente può cambiare se non c’è la voglia di cambiare, se non si crede che le proprie iniziative potranno modificare in meglio le cose. Come diceva l’amato David Hume, senza una partecipazione dei sensi, dell’intelligenza e della vitalità emotiva non viene fuori niente dal nostro agire quotidiano. L’istituzione dell’insegnamento nazionale ha bisogno di investimenti, questo è chiaro, ma oltre agli investimenti economici, alla scuola servono fiducia, entusiasmo, amore per il grande potere della conoscenza. Serve un investimento etico ed emotivo.

Nelle scuole in cui gli insegnanti si mettono in discussione, parlano con i ragazzi, li rendono protagonisti del loro pensiero, gli studenti rispondono splendidamente. Solo quando i docenti si trincerano dietro la loro professione che considerano intoccabile e rigidamente costruita, i ragazzi si perdono e diventano preda delle peggiori trappole mediatiche. Gli insegnanti che creano vita e futuro sono coloro che credono in ciò che fanno, che hanno il coraggio di rischiare, che si sacrificano per dare il meglio di sé in un ambiente ostile e precario, che praticano la maieutica socratica indagando e scovando i talenti nascosti e le energie segrete dei giovanissimi.

So bene che non è facile dedicarsi a questa pratica in un momento di dispersione, di pessimismo, di sfiducia e di stanchezza collettiva, ma molti, più di quanti si pensa, lo fanno e nel senso migliore. Gli insegnanti lavorano col futuro e il futuro è misterioso, a volte buio come le notti senza luna. Ma chi crede nel futuro è capace di attendere che dietro quelle nuvole rispunti la chiara luce dell’universo in moto, ed è quello di cui ha bisogno la scuola in questo momento.

Mi sento a mio agio quando mi trovo con gli occhi immersi negli occhi di un ragazzo o di una ragazza, per una intesa che va al di là della occasione, in un mondo ideale in cui le generazioni si commisurano, si riconoscono, si sfidano, e si regalano qualcosa di prezioso."


QUESTO SITO UTILIZZA COOKIE

Alcuni cookie sono tecnici perchè necessari al corretto funzionamento del sito, altri cookie sono di profilazione per assicurare un’esperienza di visita coerente con i tuoi gusti, e altri sono di Terze Parti. Maggiori informazioni anche riguardo il loro monitoraggio e  disabilitazione sono disponibili nella Cookie Policy

 

Clicca su Accetta o naviga il sito per dare il tuo consenso all’uso dei cookie

Inserisci ora il codice OTP che trovi nel messaggio SMS che ti è stato inviato.
Non hai ricevuto l'SMS?
Richiedi nuovo invio
Richiesta effettuata con successo
Non hai ricevuto l'SMS? Chiedi un altro codice

Non ricevi più SMS sul quel numero?

Recati in negozio e comunica a sportello il nuovo numero per poter riabilitare la funzionalità OTP. Questo passaggio è necessario per garantire la sicurezza delle future operazioni che svolgerai.

Operazione completata con successo