Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per offrirti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, facendo lo scroll di pagina o cliccando su qualunque elemento della pagina acconsenti all'uso di cookie.
Ambiente Consumo Soci 30 gennaio 2020

Buon fine: insieme per combattere gli sprechi

I dati sul cibo recuperato nel 2019

È possibile ridurre gli scarti alimentari con l’aiuto di tutti. Ce lo insegna l’esperienza di Buon fine, che Coop porta avanti da anni realizzando un processo virtuoso e cooperativo per ridurre le eccedenze e contrastare gli sprechi, senza dimenticare la solidarietà. In occasione della 7^ Giornata nazionale di Prevenzione dello spreco alimentare, il 5 febbraio, Coop Alleanza 3.0 vuole diffondere i risultati del progetto per l’anno 2019. Grazie al coinvolgimento di 261 negozi, sono state destinate oltre 2.400 tonnellate di cibo a 466 associazioni di volontariato locale, garantendo così circa 13.000 pasti al giorno a persone in difficoltà, per un valore di quasi 11 milioni di euro.

Il progetto Buon fine permette di recuperare prodotti vicini alla scadenza o con piccole imperfezioni che spesso rimangono invenduti e vanno ad accrescere lo spreco di risorse e di cibo. Coop Alleanza 3.0 ha costruito nel tempo un processo virtuoso per ridurre questi sprechi che in più permette ai consumatori di risparmiare sulla spesa. Nell’area dedicata del negozio si possono trovare i prodotti con l’etichetta Buon fine, scontati dal 30 al 50%, perché vicini alla scadenza o con piccoli difetti. Si tratta di prodotti ancora buoni, che costano meno.

Acquistarli significa fare una spesa intelligente che fa risparmiare e riduce anche l’impatto ambientale. Ma non è finita qui. I prodotti scontati invenduti, hanno ancora la possibilità di essere utilizzati, vengono infatti donati alle centinaia di associazioni che si occupano di persone svantaggiate o a strutture per animali abbandonati, garantendo il completo rispetto delle normative igienico sanitarie di riferimento.

Nei negozi dov’è presente Buon fine i prodotti freschi in scadenza sono raccolti dal personale il giorno stesso e preparati per le associazioni che li ritirano grazie all’impegno di tutti, dipendenti e volontari Coop.

 

 

Vuoi scoprire altri articoli come questo?  

Leggi tutte le notizie