Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per offrirti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, facendo lo scroll di pagina o cliccando su qualunque elemento della pagina acconsenti all'uso di cookie.
  • Home
  • Elenco News
  • Come far rifiorire piccole opere d'arte...solo facendo la spesa alla tua Coop

Come far rifiorire piccole opere d'arte...solo facendo la spesa alla tua Coop

Grazie all'iniziativa 1 per tutti 4 per te, acquistando i prodotti Fior fiore aiuti Opera tua

Oltre 4.000 musei, 6.000 aree archeologiche, 85.000 chiese soggette a tutela, 40.000 dimore storiche censite: sono i numeri che mettono nero su bianco la ricchezza del patrimonio artistico, culturale e ambientale italiano. Un patrimonio in beni di valore culturale che oggi, secondo i conti della Ragioneria generale di Stato, vale circa 179 miliardi di euro. Un territorio, come quello italiano, disseminato di borghi, monumenti, bellezze paesaggistiche e grandi opere d’arte dal nord al sud dello stivale: dal Cenacolo di Leonardo ai Sassi di Matera, dalla Reggia di Caserta ai Trulli di Alberobello, dall’Abbazia di Vallombrosa ai monumenti paleocristiani di Ravenna. 

Ma anche 69.000 mq di pavimenti antichi da proteggere e oltre 1.200 finestre da mantenere e conservare; 70.000 mq di edifici storici da tutelare e quasi 7 milioni mq di paesaggio da proteggere; 32.000 libri antichi e 22.000 oggetti d’arte da preservare, secondo i dati forniti dal Fai (Fondo ambientale italiano). 

Il nostro Paese è ricco infatti anche di piccole opere d’arte un po’ dimenticate, che si portano dietro i segni del tempo, da riportare al loro splendore originario per essere restituite in tutta la loro bellezza alle comunità a cui appartengono. Da questa consapevolezza nasce Opera tua, l’iniziativa sostenuta da Coop Alleanza 3.0 insieme a Touring Club Italiano, Unesco e Fondaco Italia: non serve questa volta essere a bordo di un’auto, ma basta un clic per aiutarci a restaurare una piccola parte del patrimonio artistico locale. Insieme attraversiamo infatti 8 regioni italiane in cui è presente la Cooperativa per rimettere a nuovo un’opera d’arte di quel territorio: andando ogni mese su all.coop/operatua, sei tu che scegli tra le due opere che ti proponiamo quale votare per finanziarne il restauro: collezioni numismatiche, pupi palermitani, mappe storiche, croci processionali, sculture sacre in terracotta, e tante altri piccoli gioielli da far rifiorire.

E a sostenere Opera tua grazie all’iniziativa 1 per tutti 4 per te sei sempre tu, con gli acquisti di prodotti della linea Fior fiore Coop, che racchiude il meglio delle eccellenze enogastronomiche del nostro Paese: oltre 400 prodotti che si distinguono per l’accurata selezione delle materie prime, delle lavorazioni e delle ricette, dove il recupero della tradizione e la reinterpretazione in chiave moderna delle ricette sono  ingredienti fondamentali. Vuoi scoprire di più? Guarda il video!
 


 

La varietà e la ricchezza dell’Italia è espressa anche dagli innumerevoli prodotti tipici locali, che variano da regione a regione, da città a città e addirittura da frazione a frazione, un po' come i dialetti: una ricchezza da valorizzare insomma anche a partire da quello che mettiamo nel piatto.

Ma dietro a ogni cibo che finisce sulle nostre tavole c’è anche una filiera complessa fatta di persone che lo hanno prodotto, che ne hanno conservato segreti e ricette dal lontano passato, e che ci garantiscono un alimento genuino, di qualità e sicuro. Ma anche la riscoperta di varietà antiche da custodire, per preservare l’importante patrimonio genetico e storico dei sapori delle nostre terre. Come i piccoli produttori di grani antichi coltivati nella zona collinare del territorio della Valmarecchia: piccolissimi appezzamenti, produzioni quasi familiari di cereali strappati dall’oblio del tempo, che danno vita ad una farina biologica macinata a pietra dal sapore unico. Un progetto in cui Coop Alleanza 3.0 si è impegnata per far sì che la filiera fosse completa, aiutando a trasformare i grani in un prodotto confezionato per il cliente, grazie all’aiuto e al lavoro delle sapienti mani artigianali della comunità di San Patrignano.

 
Vuoi scoprire altri articoli come questo?  

Leggi tutte le notizie