Gaetano Rutigliano

Coop di Fano

Il lavoro in cooperativa? L’ingresso in una grande famiglia, allo stesso tempo esigente ed accogliente.

Come è iniziata la tua esperienza in Cooperativa?
Dal primo colloquio al primo giorno di master il tempo è volato in un misto di preoccupazione per l'esito dei test selettivi e di entusiasmo per la consapevolezza di poter far parte di una cooperativa che, nel panorama lavorativo italiano, rappresenta il massimo in termini di sicurezza e attenzione verso i dipendenti. I primi giorni mi sentivo motivato, ma anche un po’ spaesato e ho avuto la fortuna di trovare dei tutor che mi hanno aiutato a inserirmi in un ambiente di lavoro coeso. Le mie preoccupazioni velocemente sono sparite e sono state sostituite dall'entusiasmo della conoscenza e dall'ambizione di proporre nuove soluzioni per migliorare alcune azioni. È stato fondamentale conoscere alcuni colleghi che, già dai primi giorni del master, sono diventati degli amici anche fuori dal contesto lavorativo.

Come hai vissuto il tuo percorso formativo (sia didattico sia on the job)? Cosa ti è piaciuto? Quali difficoltà hai riscontrato?
Il percorso è stato sin da subito impegnativo, ma stimolante, ho conosciuto settori che avevo visto solo da cliente, ho imparato a sfilettare un salmone e tagliare una fiorentina e prima di lavorare in Coop Alleanza 3.0 facevo fatica a sbucciare una mela! Ho anche lavorato per imparare come valutare l'andamento delle vendite e relazionarmi con i colleghi. Le aule poi sono state un incredibile valore aggiunto sia dal punto di visto tecnico sia per i consigli sulla gestione delle risorse, lavorando a partire dal superamento dei propri limiti caratteriali. Il percorso è sicuramente impegnativo ed è stato apprezzato anche da alcuni colleghi che inizialmente mi guardavano con discreta diffidenza perché sarei andato a occupare un ruolo così importante in Cooperativa, pur non avendo grande esperienza.

Qual è l’aspetto che più ti piace del lavoro nella Gdo?
Normalmente arrivo prima dell'apertura del punto vendita per visionare lo stato del negozio preapertura, poi controllo i risultati del giorno precedente e mi confronto con il gruppo guida per affrontare eventuali problematiche e analizzare i risultati. Nel corso della giornata, dopo aver bevuto un bel caffè, svolgo tutte le mansioni relative alla parte gestionale, partendo dall'organico per passare poi alla verifica del rispetto delle norme igienico sanitarie e di sicurezza del lavoro. Poi, utilizzando i KPI che la Cooperativa ci mette a disposizione, faccio delle valutazioni a breve e medio termine sugli andamenti futuri riguardo su vendite, produttività e livelli di servizio. Inoltre, se alcuni lavori lo richiedono, sono di supporto anche nella gestione operativa.

Quali caratteristiche bisogna avere per essere un buon "gestore" di persone?
Ne dico due perché a mio parere viaggiano di pari passo: il relazionarsi con le persone in un lavoro che ogni giorno è dinamico e ti pone sempre di fronte a nuove opportunità e l'analisi degli indicatori di performance che si sposa perfettamente con i miei studi universitari e rappresenta una stimolante sfida nel trovare soluzioni.

Cosa consiglieresti ai nuovi giovani talenti che stanno per intraprendere questo percorso?
Bisogna imparare a essere autorevoli, ma non autoritari, rappresentare un punto di riferimento per l'intero gruppo, imparando a delegare per rendere tutti partecipi del raggiungimento del risultato. Bisogna saper trainare nei momenti di difficoltà, motivando ed essendo d'esempio ma si deve anche saper gratificare quando ci sono dei meriti. L'ascolto è fondamentale e la promozione del feedback continuo negli interlocutori. Il viaggio sarà impegnativo, ma ricco di stimoli e soddisfazioni. È importante essere pronti all'impegno e a qualche sacrificio, consci che, una volta portato a termine il lavoro, si potrà conseguire una grande professionalità e una maturità lavorativa spendibile in qualunque ambito della propria vita. Far parte di questa Cooperativa significa entrare in una grande famiglia, che è allo stesso tempo esigente ed accogliente; è un meraviglioso percorso di crescita personale e professionale.

Vuoi maggiori informazioni sul Talent Program Retail?

Inserisci ora il codice OTP che trovi nel messaggio SMS che ti è stato inviato.
Non hai ricevuto l'SMS?
Richiedi nuovo invio
Richiesta effettuata con successo
Non hai ricevuto l'SMS? Chiedi un altro codice

Non ricevi più SMS sul quel numero?

Recati in negozio e comunica a sportello il nuovo numero per poter riabilitare la funzionalità OTP. Questo passaggio è necessario per garantire la sicurezza delle future operazioni che svolgerai.

Operazione completata con successo