Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per offrirti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, facendo lo scroll di pagina o cliccando su qualunque elemento della pagina acconsenti all'uso di cookie.
Prestito sociale Soci 18 giugno 2019

Soldi in viaggio

Come evitare problemi e contrattempi nel cambio valuta e godersi le vacanze

L’estate è tempo di partenze e di grandi viaggi: abbiamo a disposizione più tempo e possiamo anche immaginare una vacanza impegnativa, fuori dai nostri itinerari abituali e magari fuori dall’Europa. Perché non in Asia o in qualche isola esotica, oppure semplicemente in Svizzera? L’importante è sapere che una volta usciti dalla Zona Euro dovremo fare i conti con una valuta diversa dalla nostra e programmare la disponibilità di contante per il viaggio.

La prima cosa da fare è informarsi sulla valuta locale e sulla possibilità di utilizzare dollari o euro per il pagamento, infatti vi sono alcuni Paesi in cui è preferibile avere con se altre valute che consentono in loco un cambio favorevole. Altre informazioni preziose sono quelle relative ai tassi di cambio della vostra carta di credito e ai servizi che offre all’estero.

Abbiamo chiesto a Luca Iorio, Responsabile Tesoreria della Direzione Finanza di Coop Alleanza 3.0 alcuni consigli per evitare problemi e contrattempi che possono compromettere in qualche modo il viaggio.

È conveniente cambiare il denaro prima di partire per un viaggio in un Paese fuori dalla Zona euro?

Se il tasso di cambio attuato dalla banca o dall’istituto a cui ci si rivolge è superiore a quello applicato dalla propria carta di credito per i pagamenti all’estero, la risposta è no. Ma se lo fate, ricordatevi che le filiali dispongono di una quantità limitata di valute straniere e le valute sono solitamente le principali (USD, Dollari Canadesi, Franchi Svizzeri e Sterline) per cui meglio informarsi e prenotare per tempo.

Prepagata, di credito o bancomat?

Per scoprire quale sia la più conveniente da usare all’estero, basta cercare online le commissioni applicate. In generale, le carte prepagate hanno quelle più basse per i prelievi.

Quanto denaro possiamo portare?

Viaggiare leggeri è uno degli obiettivi di chi parte, ma per la quantità di denaro in contante da portare ci pensa la legge a mettere un limite: non è possibile portare con sé più di 10.000 euro senza prima dichiararli alla dogana italiana. Per questo occorre pianificare le spese da fare in loco e scegliere già un eventuale cambiavalute affidabile nel Paese in cui volete soggiornare.

Come scegliere il cambiavalute in un Paese che non conosciamo?  

Se invece avete intenzione di cambiare in valuta una volta arrivati, non fatelo nei terminal degli aeroporti, dove i tassi di cambio sono sempre svantaggiosi. Meglio scegliere le grandi società che effettuano servizio di cambio valuta nel Paese, magari effettuando una ricerca online preventiva. Una volta scelta la società di cambio va individuata la sede più vicina a voi. Ricordatevi che in un ufficio di cambiavalute professionali e affidabili, i tassi di cambio e le commissioni devono essere esposte chiaramente e segnalate in più lingue, non abbiate timore di chiedere suggerimenti sui tagli più utilizzati nel Paese, per non avere poi difficoltà nel dover cambiare.

Ora siete pronti per portare i vostri soldi in viaggio in modo pratico e sicuro. Buon divertimento.

 

 

Vuoi scoprire altri articoli come questo?  

Leggi tutte le notizie