Amici di casa Animali Consigli 15 giugno 2020

Cani di taglia grande

Gli stereotipi legati alla stazza dei cani: sfatiamo alcuni miti

Esistono moltissimi miti riguardanti i cani, alcuni veri, mentre la maggior parte falsi, risultati di varie credenze che vanno dal credibile all’assurdo. Scoprite di seguito alcuni miti sui cani di taglia grande.

Un cane di taglia grande non può vivere in appartamento

I cani di taglia grande possono tranquillamente vivere in appartamento, anche in spazi piccoli. I cani sono animali da branco e prima di ogni cosa hanno bisogno di un nucleo famigliare di cui sentirsi parte: i grandi spazi non compensano il loro bisogno di affetto! La possibilità di tenere un cane in uno spazio ridotto si deve più infatti alla sua energia che alle sue dimensioni: se ha la necessità di fare molta attività fisica e possiede grandi energie, la cosa migliore è concedergli degli ampi spazi, preferibilmente dotati di zone aperte dove l’animale possa esplorare e giocare. Senza dimenticarsi però che avere a disposizione degli ampi spazi o un bel giardino non sono per nessun esemplare sostitutivi delle passeggiate con il proprio padrone. Questi momenti sono, infatti, ideali per costruire e sedimentare il rapporto animale-padrone, per imparare la socialità con altri esseri, umani e non, e per stimolarlo intellettualmente e anche fisicamente. Non è detto poi che l’elevata energia sia una caratteristica tipica di tutti i cani grandi: alcuni di essi, come il Gran Danese, non hanno bisogno di muoversi eccessivamente e sono per questo in grado di adattarsi a spazi ridotti. Al contrario, diversi cani di piccola taglia sono parecchio rumorosi ed energici per vivere solo in appartamento: il Chihuahua, la più piccola razza canina, è molto nervoso e agitato e non è facile conviverci in una casa. Inoltre, un cane dal forte livello di energia può abituarsi a vivere in un appartamento sempre se il suo padrone gioca con lui e lo porta spesso a passeggiare, cosa che però richiederà una grande dedizione ed un investimento di tempo da parte del padrone. Non dimentichiamo nemmeno che a volte anche il nostro amico Fido vuole semplicemente riposarsi e godersi il divano di casa, proprio come noi umani alla fine di una lunga giornata di lavoro.

Sono più aggressivi

Sfortunatamente molte persone tendono a collegare l’aggressività con i cani di taglia grande: il fatto che un cane possa arrivare ad attaccare o meno una persona o un animale non dipende dalle sue dimensioni, bensì dal livello di dominanza o territorialità della razza. Ad esempio presenta una forte tendenza dominante una razza molto piccola come i Pomerania. Piuttosto, sarebbe meglio dire che le conseguenze di un attacco di un cane grande, rispetto ad uno di dimensioni ridotte, di solito sono più devastanti. Per questo motivo un fattore importantissimo in questo senso riguarda l’educazione impartita al cane, perché a prescindere dalla razza, un cane che non sia stato abituato a socializzare con altri animali o persone tenderà ad essere più aggressivo rispetto ad uno che ha ricevuto un’educazione adeguata. Per quanto riguarda la mordacità il discorso è analogo: ovviamente un morso di un cane grande dovrebbe far più male di quello di un cane piccolo per le conformazioni fisiche, ma non è detto che i cani grandi mordano di più, anzi spesso sono i più piccoli i più mordaci perché utilizzano subito il morso come arma di difesa.

Possiedono un olfatto migliore

Anche in questo caso ci troviamo di fronte a un falso mito. L’olfatto non ha niente a che vedere con le dimensioni generali del cane, bensì con la misura del suo naso. Il motivo per cui i cani hanno un olfatto migliore rispetto a noi umani, è dovuto ad una maggiore quantità di recettori olfattivi, all’incirca 200 milioni, anche se in alcune razze possono arrivare fino a 300 milioni, come nel caso dei Chien de Saint- Hubert. I cani dal muso allungato possiedono una quantità maggiore di recettori olfattivi ed un canale più ampio per la ricezione degli odori, per cui avranno un miglior senso dell’olfatto rispetto ai cani dal naso schiacciato come i boxer, che sono di taglia grande.

Vivono di meno

Non è raro ascoltare che i cani di taglia grande o gigante vivono meno di quelli piccoli, e in questo caso si tratta della pura verità. È stata individuata una relazione tra le dimensioni dei cani e la loro aspettativa di vita, anche se non è ancora chiaro a cosa questo sia dovuto. Una delle ipotesi al riguardo è che i cani grandi invecchiano più rapidamente per via della loro tendenza a crescere ad un ritmo più accelerato. Si tratta però solo di un’ipotesi ancora da provare.

Non sono molto intelligenti

Un mito da sempre alimentato dalle caricature e dal cinema riguarda il fatto che i cani grandi siano goffi e poco intelligenti. Si tratta in questo caso di un falso mito, in quanto l’intelligenza di un cane si misura in base alle abilità che riesce a sviluppare, alla velocità con cui le apprende e alla rapidità di risposta agli ordini del padrone. All’interno dei concorsi di abilità canina è comune vedere cani di taglia grande, soprattutto cani da pastore o della famiglia dei retriever. Molti di questi cani sono infatti estremamente agili, hanno una muscolatura e una morsa forti, oltre ad essere molto veloci. Per quel che riguarda l’intelligenza, fra i primi dieci posti all’interno delle graduatorie d’intelligenza canina è possibile trovare il doberman, il rottweiler, il labrador e il pastore tedesco, tutti esemplari caratterizzati da grande fedeltà, facilità di addestramento e capacità di apprendere un elevato numero di ordini e abilità.

Vanno bene come cani da guardia

Molti pensano che i cani grandi siano i perfetti cani da guardia, ma non per tutte le razze è così e, a volte, sono i cani più piccoli ad andare subito in allerta abbaiando per far capire al proprietario che c’è qualcosa che non va. Se state cercando un amico a quattro zampe che possa essere un cane da guardia, oltre alla stazza ci sono altre caratteristiche che dovete tenere in considerazione come il carattere e le naturali inclinazioni delle razze. Senza contare che nella ricerca di un cane da guardia è bene, in primis, avere in mente qual è il tipo di protezione che serve (se l'animale deve limitarsi solo ad abbaiare per segnalare la presenza di un intruso può andare benissimo anche il Chiuahua, ma se si vuole un cane in grado di intervenire anche fisicamente bisogna guardare altrove).

 

Vuoi scoprire altri articoli come questo?  

Leggi tutte le notizie


QUESTO SITO UTILIZZA COOKIE

Alcuni cookie sono tecnici perchè necessari al corretto funzionamento del sito, altri cookie sono di profilazione per assicurare un’esperienza di visita coerente con i tuoi gusti, e altri sono di Terze Parti. Maggiori informazioni anche riguardo il loro monitoraggio e  disabilitazione sono disponibili nella Cookie Policy

 

Clicca su Accetta o naviga il sito per dare il tuo consenso all’uso dei cookie