Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per offrirti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, facendo lo scroll di pagina o cliccando su qualunque elemento della pagina acconsenti all'uso di cookie.
Ambiente Prodotto Coop Valori 26 agosto 2019

Io si, insieme per la tutela delle acque italiane

Grazie all'iniziativa 1 per tutti 4 per te, acquistando i prodotti Vivi verde Coop contribuisci ai 60 progetti di salvaguardia ambientale di Io sì

Il 20 agosto 2018 in seguito all’eccezionale ondata di calore e agli incendi boschivi che stavano colpendo la Svezia, una giovane quindicenne di nome Greta Thunberg decise di scioperare non andando a scuola. Il suo slogan era Skolstrejk för klimatet (Sciopero della scuola per il clima) e quello che voleva era che il suo Paese riducesse le emissioni di anidride carbonica come previsto dall'accordo di Parigi sul cambiamento climatico. Il suo gesto ebbe enorme seguito e lanciò i cosiddetti Fridays for Future, manifestazioni di giovani e studenti che in tutte le città del mondo si trovavano a marciare per sollecitare i governi a prendere delle decisioni concrete in favore dell’ambiente, contro l’inquinamento e gli sprechi.

Questo ha contribuito enormemente a puntare i riflettori sui numeri che gravano sull’ecosistema del nostro Pianeta. Uno degli aspetti maggiormente dibattuto nel nostro Paese riguarda l’utilizzo di plastica e l’inquinamento dei nostri mari. Senza andare molto lontano ecco alcuni dati del rapporto del 2019 del Wwf “Fermiamo l’inquinamento da plastica”: ogni minuto più di 33 mila bottigliette di plastica finiscono in mare, sono 4 milioni le tonnellate di rifiuti che il nostro Paese produce, l’80% proviene dall’industria degli imballaggi, e ogni anno riversiamo in natura 0,5 milioni di tonnellate di rifiuti plastici. Numeri ingenti, se consideriamo che la nostra penisola conta circa 7.500 chilometri di costa, quasi 1.200 fiumi, più di 1.500 laghi, oltre a numeri torrenti e corsi d’acqua di montagna e la tutela dell’ambiente passa anche dalla salvaguardia delle sue acque.

È questo l’obiettivo per cui nasce il progetto “Io sì” all’interno dell’iniziativa 1 per tutti 4 per te: promuovere interventi per la cura e la tutela del territorio e contribuire all’educazione ambientale.

In particolare quest’anno il tema è stato legato alla tutela delle acque: sono 60 i progetti locali scelti da sostenere, che spaziano dalla difesa degli ecosistemi, alla pulizia dei corsi d’acqua, a percorsi didattici e mostre divulgative. Soci e clienti possono sostenere il progetto semplicemente facendo la spesa: acquistando infatti i prodotti della linea a marchio Coop Vivi verde, l’1% delle vendite viene destinato a questa iniziativa e alle tante iniziative a favore dell'ambiente. Scopri di più guardando il video!

L’impegno di Coop Alleanza 3.0 a favore della tutela ambientale e della sostenibilità ha radici profonde tanto che è stato inserito anche nella Missione della Cooperativa stessa. Quest’attenzione passa da molteplici azioni, sia sul versante dei prodotti posti in vendita, grazie ad un’ampia offerta di prodotti biologici ed ecologici e con certificazioni ambientali, sia per quanto riguarda i punti vendita, affinché questi ultimi producano un impatto ambientale minimo. In quest’ottica si inseriscono anche gli erogatori per la vendita di detersivi sfusi, le “casette” che erogano acqua di rubinetto filtrata e refrigerata, e soprattutto la realizzazione dei nuovi eco-supermercati, alimentati esclusivamente da energia rinnovabile, come quello di Cervia che è stato progettato e realizzato con tecniche e accorgimenti che riducono al minimo l’impatto ambientale e garantiscono consumi energetici inferiori del 50% rispetto a quelli di un negozio “tradizionale”.

Nell’impegno a favore dell’ambiente è costante anche la collaborazione con la pubblica Amministrazione, attraverso la partecipazione ad azioni mirate alla sostenibilità ambientale, sia a livello locale che a livello regionale e nazionale. È il caso, ad esempio, di Carrello verde, il protocollo siglato con la Regione Emilia-Romagna e la Legacoop regionale, finalizzato a ridurre la produzione di rifiuti e l’impatto ambientale dei negozi.

 

Vuoi scoprire altri articoli come questo?  

Leggi tutte le notizie