Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per offrirti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, facendo lo scroll di pagina o cliccando su qualunque elemento della pagina acconsenti all'uso di cookie.
Abruzzo
DIPINTO OLIO SU TELA

San Benedetto e Jacopo Caldora

Museo Barbella

Chieti

La seconda vita di due dipinti del XVIII secolo.

Abruzzo

SI E' VOTATO DAL

31 maggio al 23 giugno

VOTI 37%

toggle

Dettagli opera

Storia dell'opera

I due dipinti su tela, attribuiti alla scuola di Carlo Borromaus Ruthart, sono databili inizio XVIII secolo. Il primo rappresenta San Benedetto e Jacopo Caldora e l’altro Papa Pietro Celestino e Braccio Fortebraccio da Montone. Provenienti dalla chiesa di Santa Maria La Civitella in Chieti, dopo la soppressione dell’ordine celestino sono passati di proprietà al Comune di Chieti e ora si trovano nei depositi del Museo Barbella. Una volta restaurati verranno esposti o al Museo Barbella stesso oppure al Museo Archeologico La Civitella di Chieti.

Le caratteristiche del restauro in sintesi

Il restauro consiste in un’attività di diagnostica preliminare per poi procedere al consolidamento, alla pulitura, alla rimozione dei rifacimenti pittorici incongrui e infine stuccatura e integrazioni delle lacune.