Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per offrirti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, facendo lo scroll di pagina o cliccando su qualunque elemento della pagina acconsenti all'uso di cookie.
Puglia
STATUA LIGNEA

Cristo del XVIII secolo

Castello di Copertino

Lecce

All’interno di uno dei più importanti esempi di architettura militare pugliese, una scultura lignea del XVIII secolo segnata dal tempo. 

Puglia

SI E' VOTATO DAL

27 settembre al 17 ottobre

VOTI 53%

L'opera e il suo restauro

Grazie al contributo dei soci di Coop Alleanza 3.0, è in corso il restauro di questa opera d’arte. 

Le fasi del restauro in sintesi

  • Pulitura superficiale
  • Prefissaggio pellicola pittorica e colore
  • Consolidamento manufatto
  • Risarcitura lesione lignee e pittoriche
  • Stuccatura
  • Verniciatura finale
  • Realizzazione nuovo supporto

Stato di avanzamento dei lavori
18/12/2017

Le ultime novità

News del 18/12/2017

Al via le indagini diagnostiche. Sono partite le indagini diagnostiche condotte sul crocifisso ligneo ed effettuate dal Dr. Davide Melica della Diagnostica Restauro di Copertino, e che prevederanno:
 

  • Osservazioni allo stereomicroscopio sul campione tal quale
  • Osservazioni al microscopio ottico a luce riflessa su sezione lucida trasversale
  • Test microchimici su sezione lucida trasversale
  • Spettroscopia infrarossa in trasformata di Fourier
     
  • L’area per il restauro è stata allestita all’interno della sala conferenze del Castello di Copertino, e quindi sarà possibile vedere in diretta l’intervento.


    toggle

    Dettagli opera

    Storia dell'opera

    Privo di vita, con il capo inclinato sulla spalla destra, il Cristo è rappresentato con una folta chioma che lambisce la spalla destra lasciando scoperto il collo. Il braccio destro è staccato dal corpo. Di un ignoto maestro meridionale, l’opera è stata realizzata nel XVIII secolo e si trova all’interno del Castello di Copertino, edificato tra il 1530 e il 1540 per volere del marchese Alfonso Granai Castriota, generale di Carlo V. 

    Le caratteristiche del restauro in sintesi

    L’intervento prevede la pulitura superficiale del dipinto, il prefissaggio della pellicola pittorica, il fissaggio del colore e della doratura, la disinfestazione e il consolidamento del manufatto, l’asporto con bisturi della parti estranee, la risarcitura delle lesioni lignee, la revisione delle parti in ferro, la stuccatura, la risarcitura delle lacune pittoriche, la ripresentazione estetica del dipinto, la verniciatura finale di protezione, la realizzazione di un nuovo supporto, la documentazione fotografica e una relazione tecnico-scientifica.



    Scopri l'altra opera che era in gara

    Le votazioni sono concluse, ma qui puoi leggere le informazioni sull'altra opera che era in gara!