Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per offrirti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, facendo lo scroll di pagina o cliccando su qualunque elemento della pagina acconsenti all'uso di cookie.
Dal 26 febbraio 2019 al 30 aprile 2019

Teatro alla Corte di Giarola

All’interno del Parco Naturale del fiume Taro a Collecchio, c’è un teatro ricavato nell’ala della Corte di Giarola, quasi interamente ricostruita nel 2006, per creare uno spazio teatrale e culturale. La stagione è realizzata dall’associazione “UOT unità di organizzazione teatrale” in collaborazione con il Comune di Collecchio che propone numerose attività presso il Teatro alla Corte: stagione teatrale, laboratori, musica dal vivo, teatro ragazzi e residenze artistiche.

Ecco le proposte domenicali per bambini e famiglie della stagione 2019

Domenica 3 marzo alle 16.30, Le nid, un nido di storie; di Progetto g.g. con Consuelo Ghiretti e Francesca Grisenti, musiche dal vivo Pier Giorgio Storti. Una performance ambientata in un nido, spazio morbido pieno di storie, piccole storie che prendono vita, attraverso la narrazione. Per bambini da 0 a 4 anni.

Domenica 10 marzo alle 16.30: La gazza ladra. La vera storia di Pico Pico e di come Gioacchino Rossini divenne un grande musicista. A cura de L’Asina sull’Isola. Di Francesco Niccolini, regia Emanuele Gamba,  con Katarina Janoskova e Paolo Valli. La buffa gazza protagonista di questa storia si chiama Pico Pico. Se Gioacchino Rossini fosse stato bambino ai giorni nostri, non abbiamo dubbi: avrebbe affidato al suo amico Pico Pico la salvezza del mondo, e la gazza avrebbe coinvolto un esercito di ragazzini in questa opera di salvezza, perché solo i bambini – si sa – possono salvare il mondo. Per bambini da 4 anni.

Domenica 7 aprile alle 16:30 lo spettacolo “Rosaspina: una bella addormentata” a cura della compagnia Teatro del Piccione di Simona Gambaro. Regia di Antonio Tancredi con Simona Gambaro e Massimiliano Caretta. Una versione visionaria della bella addormentata per grandi e piccini che parla il linguaggio della fiaba con un pizzico di ironia.

Domenica 5 maggio alle 16 con la compagnia Madame Rebinè, lo spettacolo “Il giro della piazza” di e con Brunetto, Max Pederzoli Alessio Pollutri, regia Mario Gumina. Un percorso ciclistico insidioso il ciclista veloce e snello ma soprattutto bello una commedia circense che celebra l'impegno attraverso una gara rocambolesca comica e coinvolgente.

Per i soci Coop ingresso ridotto adulti a 6 euro anziché 8. Per info e prenotazioni cell. 346 6716151, info@associazioneuot.it, www.associazioneuot.it

Stagione teatrale adulti 2019

Sabato 16 marzo alle 21, Il desiderio segreto dei fossili, Maniaci D’Amore. Uno spettacolo scritto, diretto e interpretato da Francesco d’Amore e Luciana Maniaci e con David Meden. Il paradiso è un luogo in cui non succede niente o per caso quello è l’inferno? E noi dove viviamo, nel primo o nel secondo? “Il desiderio segreto dei fossili” è una distopia comica, un sortilegio teatrale, una piccola crudeltà offerta con tutto il cuore, dai territori ristagnanti del desiderio soffocato, del sud, del nostro paese, della vita oggi, qui, per sempre.

Domenica 31 marzo alle 18, Total eclipse, Chiara Taviani di Chiara Taviani | con Emanuela Serra e Chiara Taviani | disegno luci di Violeta Arist. Il concetto di rottura è un concetto frequente, emotivo, sentimentale, personale quanto universale Compie sull’essere umano una sorta di spaccatura, di strappo, da cui esce una nuova pelle, una nuova visione. Il ciclo si ripete e si ricomincia. Il fenomeno dell’eclissi diventa metodo di scrittura fisica e narrazione, svolgendo ogni micro o macro scena in tre capitoli: immersione, buio, emersione.

Inoltre speciale “Narrando”:  tre serate di Teatro di Narrazione con doppio spettacolo e nell’intervallo fra i due spettacoli aperitivo presso il Ristorante alla Corte

Sabato 13 aprile

  • Alle 19.30 LA PAROLA FA EGUALI. Me ne frego vs Mi interessa, Teatri Reagenti,
    scritto e diretto da Massimo Donati | con Eva Martucci Tre donne ripercorrono la vita di Don Lorenzo: Alice Weiss, la madre; l’Eda, la perpetua che lo segue dalla parrocchia di San Donato a Barbiana; Carla, l’allieva bambina, che ci fa entrare in quella scuola di cui tutto il mondo ha discusso. Tre atti, a tratti brillanti, a tratti commoventi, che seguono lo sbocciare di una personalità forte e originale, ma soprattutto un’umanità profonda.
  • Alle 21.15 Fake Club, Stefano Santomauro, scritto e diretto da Stefano Santomauro con la collaborazione di Francesco Niccolini. Meteorite si schianterà sulla terra fra dieci giorni, Berlusconi riceve un’eredità di 3 milioni di euro da una signora di 88 anni, gli immigrati prendono la patente gratis con 40 punti in omaggio. Sono queste, e molte altre, le notizie che ogni giorno ci arrivano dai social, dalle radio passando per la stampa e la tv. Le così dette Fake News (notizie false).

Sabato 4 maggio

  • Alle 19.30 Della vergogna. Una storia vera di e con Giulia Vannozzi. Una ragazza può fare quello che vuole e domani giurare di non averlo fatto. Può essere erotica. Eccessiva. Sporca. Perché ognuno con il suo corpo fa quello che vuole. Ma se qualcuno la vedesse mentre è tutte queste cose, rivendicherebbe la sua libertà o se ne pentirebbe? C’è un video di questa ragazza, da qualche parte. Intimo. Come il video della storia che viene raccontata. Il video di una ragazza che era bella bella e ora non lo è più.
  • Alle 21.15 Passaggi di e con Ilaria Gelmi con la collaborazione di Francesco Niccolini. L‘autostop è il filo del racconto: storie di un tratto di strada condiviso che diventa un’opportunità di incontro o anche solamente un dono da parte di chi ti offre un passaggio. Queste storie fanno nascere il desiderio di mettersi per strada … e tirare fuori il pollice.

Sabato 18 maggio

  • Alle 19.30, F.M. e il suo doppio, Teatro Dallarmadio di e con Fabio Marceddu, regista collaboratore Antonello Murgia. Spettacolo Vincitore del Premio del Pubblico al Festival “Le voci dell’anima 2016” Spettacolo selezionato al festival Inscena 2018 di New York. Raccontare il mondo che cambia, con lo sguardo di un adolescente inquieto, con incertezze di “genere”. F.M. è il racconto di una vita, di una porzione di vita, dove il motore è il teatro. F.M l’amore per il teatro, la necessità di fare teatro, la difficoltà di essere attori e al tempo stesso se stessi, alla periferia di un Paese, dove, è già difficile fare questo mestiere nella capitale.
  • Alle 21.15 Ostia beach_uno studio, Teatri Reagenti di e con Francesca Grisenti e Eva Martucci. Ostia Beach racconta un luogo, e un tempo vasto, immobile. Il litorale romano, tra le glorie degli anni 50/60 e la follia edonistica anni 80 e 90. È qui che crescono le romane di Ostia, quelle con il segno del costume che non andava via, mai, nemmeno d’inverno; le californiane della capitale, che amavano i surfisti e si “sbiondivano” con la camomilla. Le ragazze di Ostia Beach.

Per i soci Coop ridotto adulti a 8 euro anziché 12; 14 euro anziché 18 per il doppio spettacolo. Per info e prenotazioni: info@associazioneuot.it, tel. 346 6716151, Teatro alla Corte c/o Corte di Giarola
Str. Giarola 10 Collecchio (Pr)